Intervista

Sig. Alon Bar-Shany, General Manager di HP Indigo

La sfida del futuro

Sig. Alon Bar-Shany, General Manager di HP Indigo

Quale General Manager di HP Indigo – pioniere nel settore della stampa digitale, Alan Bar-Shany ha molto da dire su come la stampa deve reinventarsi per cogliere le opportunità presenti e future

Raccontaci delle sfide per la stampa in futuro

Siamo convinti che, nonostante la gigantesca transizione della comunicazione al digitale e ai social media negli ultimi dieci anni, quello della stampa rimane un settore dinamico, capace di aiutare i brand a entrare in contatto con i loro clienti. Ma, per continuare ad avere un ruolo di primo piano, dovrà trasformarsi. Inoltre la vecchia strategia di creare enormi quantitativi di prodotti di qualità passabile a un prezzo molto basso non funzionerà più nei prossimi decenni.

“Il nostro obiettivo principale è quindi aiutare i nostri clienti a innovarsi in due ambiti. Il primo è la qualità, con applicazioni di alto livello a partire da dati sofisticati. Il secondo è consentire loro di essere estremamente produttivi”
Alon Bar-Shany, General Manager di HP Indigo

Perché l’analogico e il digitale in futuro saranno complementari

Credo che l’industria analogica, sia essa offset o flessografica, continuerà a esistere ancora per molti anni e a occupare un posto tutto suo. È una tecnologia ottimizzata per le grandi tirature e per lavori statici, quindi è molto efficace. Non è molto redditizia, ma è efficace.

Penso però che il mondo di oggi, in cui i consumatori e le giovani generazioni sono alla ricerca di opzioni, intimità, sostenibilità e tempi rapidissimi in un contesto in cui i gusti cambiano velocemente, non incentivi la produzione di grandi tirate analogiche che sono statiche e non differenziate. Credo che le macrotendenze in fatto di differenziazione, dati e sostenibilità spingeranno una parte molto più grande dell’industria della stampa verso il digitale. Si tratterà del 20 o del 30 percento? Non ne sono certo. Ma anche se raggiungesse il 10 o 15 percento del volume di affari totale, che probabilmente sarà molto di più in termini di redditività, significherebbe che chiunque voglia veramente crescere e occupare un posto di rilievo, dovrà avere una mentalità puramente, o perlomeno marcatamente, digitale.

Il ruolo di HP Indigo nell’imprimere un cambiamento positivo

Credo che insieme ai nostri clienti siamo stati in grado di inventare nuove applicazioni ed espanderci nel campo delle foto, etichette digitali, imballaggi flessibili digitali, ecc. Stiamo lavorando su diversi fronti, inclusi la sostenibilità, la sicurezza, l’automazione e ovviamente le applicazioni di elevato valore. Non ci dedichiamo a prodotti di base, ma ci interessiamo a dei settori in cui crediamo che i nostri clienti possano mantenere dei margini di profitto relativamente buoni per molti anni grazie a questa differenziazione.

“In futuro, lo stampatore di successo sarà colui che avrà la capacità di convertire le necessità del cliente e le proprie in soluzioni”
Alon Bar-Shany, General Manager di HP Indigo

Potrebbe interessarti anche